Caldaia per la distillazione della vinaccia

Caldaia in rame è prodotta artigianalmente negli anni ’20. Può contenere c.a. 200 kg di vinaccia (la buccia dell’uva residua dalla vinificazione e fermentata). E’ dotata di 2 cestelli (come quello appoggiato nella parte superiore) ed una volta riempito il primo alla base della caldaia si inseriva il secondo che a sua volta veniva riempito anch’ esso di vinaccia. La presenza di due cestelli è per facilitare l’estrazione della vinaccia esausta ossia dopo esser stata distillata. Una volta riempita, la caldaia, veniva chiusa ermeticamente, veniva fatto passare, al suo interno, il vapore acqueo sino a surriscaldare la materia prima  permettendo l’evaporazione della parte alcolica (flemma a bassa gradazione alcolica) che successivamente veniva portata in una ulteriore colonna di distillazione a raffinare il distillato.

 

A lato un convogliatore per la vinaccia anni 50 in ferro con motore elettrico. Si inseriva la vinaccia nell’apertura in basso e al suo interno il convogliatore presenta delle catene con moto verticale con dei pioli metallici che salendo raccolgono la vinaccia e la convogliano verso l’uscita in alto per farla cadere dentro la caldaia di distillazione.

Boiler for the distillation of grape marc

Copper boiler was handcrafted in the 1920s. It may contain c.a. 200 kg of grape marc (the skin of the remaining grapes from vinification and fermented). It presents two baskets (like the one placed in the upper part) and, once the first one was filled at the base of the boiler, the second one was inserted, which in turn was filled with grape marc. The presence of two baskets is to facilitate the extraction of the exhausted marc, that is the one after the distillation. 

Once the boiler was filled, it was hermetically sealed and water vapor was passed through it, until the raw material was overheated, allowing the evaporation of the alcoholic part (low alcohol flux) which was then brought into a further distillation column to refine the distillate.

On the side a conveyor for the marc, of the 50’s in iron with an electric motor. The pomace was inserted in the bottom opening and inside the conveyor has chains with vertical motion with metal pegs that go up collect the marc and convey it to the exit at the top to drop it into the distillation boiler.

DISTILLAZIONE DELLA VINACCIA.jpg